Benvenuti

Benvenuti sul nuovo portale del comune di Villa d'Ogna.

Il "nuovo sito" vuole essere uno Strumento nelle mani del cittadino.
Qui si possono conoscere i servizi offerti dal comune, consultare documenti, bandi e atti amministrativi, essere aggiornati sulle novità del territorio e interagire con l'Amministrazione Comunale.

Questa "finestra sul comune" deve essere semplice, funzionale, intuitiva ed accessibile a tutti ... questo è il nostro obiettivo e pensiamo di essere sulla strada giusta.

Per rimanere sempre in contatto ...
torna a trovarci e ...
controlla i messaggi sul tabellone luminoso a lato della Bilioteca comunale!

 

DOTE SPORT 2021/2022 di Regione Lombardia

Si informa la cittadinanza che Regione Lombardia ha approvato la DGR n. XI/5245, “Criteri e modalità per l’assegnazione della Dote Sport 2021 (anno sportivo 2021/22)” con la quale mette a disposizione una dotazione finanziaria di € 2.000.000,00, complessivi per contributi ai minori 6-17 anni che frequenteranno in questa stagione sportiva almeno 4 mesi consecutivi di attività o corso sportivo nel territorio lombardo.

Qualora venissero approvate, a livello sia nazionale che regionale, delle misure restrittive che prevedono la sospensione delle attività sportive, la misura Dote Sport 2021 si intenderà sospesa e le relative risorse verranno destinate al sostegno del sistema sportivo lombardo, stante l’impossibilità, per la maggior parte dei bambini e ragazzi lombardi, di frequentare i corsi sportivi ai quali sono iscritti.

Il bando Dote Sport 2021 sarà caratterizzato da alcune importanti novità che renderanno più semplice e veloce la procedura,

La Dote copre, in parte o totalmente (per una spesa minima di 50 euro e fino ad una massima di 200 euro), le spese di un corso o di un’attività sportiva della durata di almeno 4 mesi da frequentare nell’anno sportivo 2021 - 2022 sul territorio regionale. La misura è rivolta alle famiglie in cui uno dei genitori o il tutore legale sia residente in Lombardia da almeno 5 anni. Si tratta di una forma di sussidio al reddito del nucleo dell’importo minimo per domanda di 50 euro e massimo di 200 euro. Viene riconosciuto alla famiglia come rimborso per le spese sostenute per corsi o attività sportive tenute da associazioni o società sportive dilettantistiche iscritte ai registri CONI: una sola Dote per un minore del nucleo, che salgono a due nel caso di presenza di più di tre minori. Non vi sono limiti, invece, in caso di famiglie con minori con disabilità. La richiesta può essere presentata dai nuclei con Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE) sino a 20.000 euro. Valore elevato a 30.000 euro nel caso di presenza tra i component famigliari di un minore con disabilità.

Importante: non basta possedere i requisiti per essere certi di usufruire della Dote Sport: tra tutte le domande arrivate la Regione stilerà una graduatoria in base all’ISEE. I minori disabili usufruiranno di una quota riservata, con una graduatoria a parte.

DOMANDE DA INIZIO 2022 - Le richieste di contributo potranno essere presentate dalle famiglie dopo la pubblicazione del bando, al momento prevista a febbraio 2022: è stata introdotta la domanda in ’unica fase’ con contestuale rendicontazione che porterà a un taglio nei tempi di rimborso.

Il bando Dote Sport 2021 sarà caratterizzato da alcune importanti novità in termini di semplificazione e digitalizzazione:

✓ sarà prevista un’unica fase, con la presentazione della domanda di Dote e la contestuale rendicontazione della spesa sostenuta per il corso sportivo; ciò consentirà di accorciare i tempi di liquidazione del contributo alle famiglie beneficiarie e di eliminare la doppia fase, che prevedeva la presentazione della domanda di contributo in un primo momento e, dopo alcuni mesi, la rendicontazione delle spese;

✓ per presentare la domanda di Dote la famiglia potrà utilizzare la piattaforma Bandi Online o, in alternativa, un’APP caratterizzata da un’interfaccia semplice e intuitiva. Entrambi i sistemi consentiranno di completare la richiesta di contributo in pochi semplici passaggi. Si entrerà sulla piattaforma esclusivamente con SPID (Sistema Pubblico di Identità Digitale) o in alternativa con tessera sanitaria CRS/TS-CNS e relativo PIN o con CIE (Carta d’Identità Elettronica) e relativo PIN.

Nel caso una famiglia ne fosse sprovvista, ha qualche mese davanti per procurarsi SPID o PIN della tessera sanitaria.

Occorrerà allegare l’attestazione dell’avvenuto pagamento del corso emessa dalla società sportiva.

Un ulteriore elemento di novità è la verifica in tempo reale dei requisiti di ammissione al bando riscontrabili dalla Dichiarazione Sostitutiva Unica (DSU) e dalla Attestazione dell’Indicatore della Situazione Economica Equivalente (ISEE), grazie all’interoperabilità con la banca dati INPS: durante la compilazione della domanda da parte della famiglia, il valore ISEE in corso di validità verrà automaticamente acquisito da Bandi Online attraverso il “dialogo in diretta” con INPS; inoltre, il sistema verificherà in tempo reale tutte le informazioni relative al nucleo familiare, quali la convivenza del minore con il richiedente, il numero di minori presenti nel nucleo, la presenza di un minore disabile. Nel caso in cui il sistema riscontri l’assenza di uno o più requisiti di ammissione al bando, non sarà possibile completare la domanda di Dote Sport.