L'ufficio dell'anagrfe, stato civile, elettorale e leva militare ha il compito di tenere aggiornati i registri della popolazione residente e dell'A.I.R.E (Italiani residenti all'estero). Cura il rilascio dei certificati anagrafici e delle carte d'identità e tutti gli atti previsti dall'ordinamento anagrafico.
Cura gli atti di stato civile registrando nascite, matrimoni, morte, cittadinaze ed gestisce il registro di stato civile rilasciando anche le relative certificazioni.
Provvede all'aggiornamento delle liste elettorali ed alle operazioni relative alle elezioni ed ai referendum. Rilascia le tessere elettorali ed i certificati di iscrizione alle liste. Effettua l'aggiornamento degli albi dei presidenti di seggio e degli scrutatori. Riceve le domande per le funzioni di giudice popolare.

Informazioni per il rilascio del passaporto elettronico

Il passaporto è un documento di riconoscimento che identifica il portatore come cittadino della Repubblica, consente di espatriare in tutti i Paesi i cui governi sono riconosciuti da quello italiano, ed è rilasciato, in Italia, dalle Questure e all'estero dalle rappresentanze diplomatiche e consolari.

E' rilasciato a tutti i cittadini italiani, ed ha validità temporale differenziata in base all'età del titolare.

Dove e come richiederlo

La domanda per il rilascio del passaporto deve essere presentata alla Questura di Bergamo,Via Noli, 26 - telefono 035276111.

ATTENZIONE: per il rilascio del passaporto è necessario prenotare l'appuntamento attraverso il sistema informatico denominato "Passaporto elettronico - Agenda online", collegandosi al sito https://www.passaportonline.poliziadistato.it.

Documentazione da presentare e costi

C_1_Immagini_881_Immagine.gif
  • 2 foto tessera identiche e recenti.
    Le foto devono rispettare i parametri richiesti dalla nuova procedura informatica (consultare gli esempi sul sito www.poliziadistato.it);
  • contrassegno telematico di euro 73,50, da acquistare in tabaccheria (sostituisce il precedente contrassegno telematico di euro 40,29);
    chiarimenti sul contrassegno telematico;
  • ricevuta del versamento di euro 42,50 da effettuarsi su c/c postale n.67422808 intestato a Ministero dell'Economia e delle Finanze, Dipartimento del tesoro, con causale: "rilascio passaporto elettronico";
  • 1 documento di riconoscimento valido.

Ulteriori documenti devono essere presentati a seconda della situazione del richiedente a (minorenni, maggiorenni, coniugati, separati, con figli minori...).  A questo proposito consultare le indicazioni sul sito www.poliziadistato.it.
Il documento pronto può essere ritirato da terza persona munita di delega da parte dell'interessato oppure, attraverso il servizio a pagamento "passaporti a domicilio", è possibile riceverlo direttamente a casa in contrassegno.

Validità

La validità temporale dei passaporti è differenziata in base all’età del titolare:

  • minori di anni 3 - triennale;
  • dai 3 ai 18 anni - quinquennale;
  • maggiori di 18 anni - decennale.

Per poter entrare in alcuni stati, come per esempio gli Stati Uniti, il passaporto deve avere una validità residua di almeno 6 mesi. Occorre quindi verificare, prima di partire per gli stati non appartenenti all'Unione europea se, pur essendo il passaporto ancora valido, la sua scadenza non sia troppo vicina per effettuare il viaggio.

Dal 20 maggio 2010 è stato introdotto il passaporto elettronico che contiene, oltre ai dati anagrafici e alla foto, anche la firma digitale e le impronte digitali rilevate al momento della presentazione dell'istanza a partire dai 12 anni. Tali operazioni si effettuano esclusivamente presso l'ufficio passaporti della Questura e prevedono quindi la presenza dell'interessato.
I passaporti rilasciati prima di tale data sono validi fino alla data di scadenza.

Passaporto temporaneo

Il passaporto temporaneo è un documento di viaggio di emergenza, con validità ridotta (pari o inferiore a 12 mesi). E' costituito da un libretto con 16 pagine e non dotato di microchip.
Il passaporto temporaneo è rilasciato nei casi documentati di impossibilità temporanea alla rilevazione delle impronte digitali, come ad esempio le fratture ossee o le ferite ad ambo gli arti superiori; inoltre in tutti gli altri casi eccezionali nei quali ci siano la necessità e l'urgenza di ottenere il passaporto ma sia impossibile il rilascio di un passaporto ordinario.
Per tutte le informazioni su come ottenerlo consultare il sito della Polizia di Stato: www.poliziadistato.it/articolo/19192.

Il passaporto temporaneo viene rilasciato dall'ufficio passaporti della Questura di Bergamo.

RILASCIO PASSAPORTI D'URGENZA: Comunicato stampa maggio 2016: pdfCOMUNICATO_STAMPA_passaporti_.pdf

Normativa di riferimento

  • L. n.89 del 23 giugno 2014 "Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 24 aprile 2014, n. 66, recante misure urgenti per la competitività e la giustizia sociale. Deleghe al Governo per il completamento della revisione della struttura del bilancio dello Stato, per il riordino della disciplina per la gestione del bilancio e il potenziamento della funzione del bilancio di cassa, nonché per l'adozione di un testo unico in materia di contabilità di Stato e di tesoreria".
  • Decreto Ministero Affari Esteri del 23 marzo 2010 "Disposizioni in materia di libretto di passaporto temporaneo".
  • Legge n. 166 del 20 novembre 2009 "Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 25 settembre 2009, n. 135, recante disposizioni urgenti per l'attuazione di obblighi comunitari e per l'esecuzione di sentenze della Corte di giustizia delle Comunità europee".
  • Decreto Ministero Affari Esteri del 23 giugno 2009 "Disposizioni relative ai libretti di passaporto ordinario elettronico".
  • L. n. 43 del 31 marzo 2005 "Conversione in legge, con modificazioni, del decreto-legge 31 gennaio 2005, n. 7, recante disposizioni urgenti per l’università e la ricerca, per i beni e le attività culturali, per il completamento di grandi opere strategiche, per la mobilità dei pubblici dipendenti, nonché per semplificare gli adempimenti relativi a imposte di bollo e tasse di concessione. Sanatoria degli effetti dell’articolo 4, comma 1, del decreto-legge 29 novembre 2004, n. 280" (art. 7-vicies ter - Rilascio documentazione in formato elettronico).
  • L. n. 3, art. 24, del 16 gennaio 2003 "Modifiche alla legge 21/11/67 n. 1185 in materia di rilascio di passaporti".
  • L. n. 340 del 24 novembre 2000 "Disposizioni per la delegificazione di norme e per la semplificazione di procedimenti amministrativi".
  • D.P.R. n. 649 del 6 agosto 1974 "Tutela dei minori".
  • L. n. 1185 del 21 novembre 1967 art. 24 "Ordinamento in materia di rilascio di passaporti".

Per informazioni

 

ufficio passaporti - Questura di Bergamo
Via Noli, 26 - Bergamo
telefono 035276111
sito - www.poliziadistato.it

 

Dichiarazioni di residenza e cambio di abitazione

Dal 9 maggio 2012 è entrata in vigore la nuova disciplina in materia di dichiarazione di residenza.

Il nuovo procedimento di registrazione delle dichiarazioni anagrafiche prevede che:

1.      l'iscrizione anagrafica (o la registrazione del cambio di abitazione all'interno dello stesso comune di residenza) venga effettuata entro due giorni lavorativi successivi alla presentazione;

2.      gli effetti giuridici delle dichiarazioni anagrafiche (e delle cancellazioni) decorrono dalla data della dichiarazione.

Si sottolinea che:

-         i cittadini potranno presentare le dichiarazioni anagrafiche non solo attraverso l'apposito sportello comunale, ma altresì per raccomandata, per fax (0346 23300) e per via telematica, attraverso la compilazione dell'apposito modulo predisposto dal Ministero dell'Interno e di seguito  allegato; la trasmissione telematica potrà avvenire all'indirizzo e-mail ordinario del Comune, Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. firmando digitalmente la dichiarazione oppure all'indirizzo di  posta elettronica certificata Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. allegando la scansione della dichiarazione in  formato pdf.

 

-         a seguito dell'iscrizione anagrafica (o della registrazione del cambiamento di abitazione) il Comune provvederà ad accertare la sussistenza dei requisiti previsti per l'iscrizione (o la registrazione) stessa e che, trascorsi 45 giorni dalla dichiarazione resa o inviata senza che sia stata effettuata la comunicazione dei requisiti mancanti, l'iscrizione (o la registrazione) si intende confermata.

ATTENZIONE

Si avverte che

-         le dichiarazioni inviate tramite raccomandata, fax o per via telematica dovranno essere trasmesse unitamente alla copia di documento d'identità in corso di validità;

-         la nuova normativa prevede che in caso di dichiarazioni non corrispondenti al vero si applicano gli articoli 75 e 76 del D.P.R. n. 445/2000, i quali dispongono rispettivamente la decadenza dai benefici acquisiti per effetto della dichiarazione, nonché il rilievo penale della dichiarazione mendace;

-         in riferimento a quanto già previsto dall'art. 19, c. 3, del D.P.R. n. 223/1989, si provvederà alla segnalazione alle autorità di pubblica sicurezza delle discordanze tra le dichiarazioni rese dagli interessati e gli esiti degli accertamenti esperiti;

Maggiori informazioni concernenti modalità di presentazione e avvertenze sono reperibili sul sito internet del Ministero dell'Interno (http://www.interno.it) dove è altresì reperibile tutta la modulistica sotto indicata.

L'ufficio anagrafe è a disposizione per ulteriori chiarimenti - tel. 0346 21531-int.3 .